logo libreria universo

Libreria Universo - (Adiacenze Policlinico Umberto I) - Orario di apertura: dal Lunedi al Venerdi dalle 07:30 alle 19:00, Sabato dalle 09:00 alle 13:00.
Piazza Girolamo Fabrizio, 6 - 00161 - Roma - email: info@libreriauniverso.it - Tel. 06-490931 - Fax 06-4451407

Libreria Universo Due - (Adiacenze Policlinico Gemelli) - Orario di apertura: dal Lunedi al Venerdi dalle 09:30 alle 13:30 e dalle 14:00 alle 19:00.
Via Agenore Zeri, 11 - 00168 - Roma - email: info@libreriauniverso.it - Tel. 06-64561499 - Fax 06-64831480

copertina di Le diverse espressioni dell' ansia e della paura - Per iniziare a comprendere i mondi ...

Le diverse espressioni dell' ansia e della paura - Per iniziare a comprendere i mondi di coloro che soffrono di disturbi d' ansia

di Castrogiovanni - Goracci - Bossini  • 2003  • dettagli prodotto

normalmente disponibile
per la spedizione in 7-8 giorni lavorativi

DESCRIZIONE

Non vuole essere un " trattato " sui Disturbi d' Ansia. Il " taglio " del libro, un pò particolare e " atipico ", vuole avere le finalità di renderlo più comprensibile e " accattivante ", confidando che possa risultare di lettura agevole e sicuramente " piacevole " per tutti coloro, che hanno interesse a capire meglio la psichiatria e, nello specifico, i " mondi " di coloro che soffrono di " ansia " o " paure ". Perchè i " mondi "? Perchè ogni disturbo comporta, per chi ne è affetto, una maniera diversa di percepire la realtà, una peculiare modalità di viverla, appunto la " costruzione " di un " mondo " particolare, in qualche misura diverso da quello che si " costruiscono " i cosiddetti sani.Volendo il libro volutamente far riferimento all' esperienza, a quella che chiameremmo la realtà clinica, e nella speranza che, così facendo, sia più immediato avvicinarsi ai mondi alieni, il lettore troverà una serie di flashes, di " finestre ", di considerazioni che, così come è l' esperienza, non seguono un filo precostituito o la consequenzialità di una trattazione sistematica. Questo taglio, volutamente meno formale, niente vuol togliere al contenuto rigorosamente ispirato alle conoscenze scientifiche attuali e in parte ricavato dalla esperienza clinica e inedito. Ma così come si costruisce l' esperienza, alla fine le varie tessere del puzzle, fino ad allora disperse e scollegate, dovrebbero consentire di comporre un' immagine, magari incompleta ma nello stesso tempo chiara e " vissuta ", più di quanto potrebbe accadere in una trattazione ortodossa. Alcune " doverose premesse ", di marca più tecnica, sono state inserite per fornire un minimo di riferimenti clinici e neuroscientifico indispensabili per una lettura più consapevole, senza peraltro correre il rischio di appesantire il testo e distrarre il lettore dalla natura più squisitamente umana dei " mondi " rappresentati.Come appunto in una rappresentazione ogni capitolo è aperto, quasi una voce fuoricampo, da un prologo che vuole immettere, senza preamboli, il lettore nella realtà di chi soffre così come è, con gli interrogativi che sollecita e con il fascino angosciante e doloroso che suscita. Il sipario si apre poi su ciascun " mondo ": non è la rappresentazione di una storia, che si costruisce in una narrazione consequenziale. Qui i personaggi, ora uno soltanto, ora molteplici, compaiono sulla scena ognuno a raccontare la propria esperienza, sempre dolorosa, con lo scopo di fornire lo spunto per un commento su questo o su quell'altro aspetto del " vissuto ". Essi, i " casi clinici ", sono messi in risalto come da un " occhio di bue " (il fondo celeste) che li isola dal commento. Là dove possibile, anche il riferimento a rappresentazioni cinematografiche è stato adoperato: nella loro trasposizione della realtà clinica in storia narrata, una volta sfrondate dalle inevitabili indulgenze dello spettacolo, possono anch' esse contribuire ad avvicinare alle modalità espressive della patologia.Il sipario si chiude e la " voce fuori campo " riprende il prologo in un epilogo di chiusura, quasi che la " rappresentazione " fosse una lunga parentesi, indispensabile per illuminare di comprensione la realtà presentata nel prologo nella sua crudezza ed essenzialità.Anche nel momento della cura vari attori intervengono, giustapponendosi e integrandosi vicendevolmente per dar vita ad un intervento armonico che consenta di riconquistare la libertà dalla malattia. E fra gli attori, non ultimi, i farmaci, dei quali, in " appendice ", è fornito un elenco che tenta di fare di ciascuno di essi un bozzetto che vada al di là del " bugiardino "

DETTAGLI PRODOTTO  torna su

ISBN: 8884650887

Titolo: Le diverse espressioni dell' ansia e della paura - Per iniziare a comprendere i mondi di coloro che soffrono di disturbi d' ansia

Autori:

Editore: See

Volume: Unico

Edizione: 2003

Collana: Progressi in psichiatria, 4

Lingua: Italiano

Finitura: Copertina rigida

Misure: 12,5x21,5 cm

Pagine: 330

Peso: 0.6 kg