logo libreria universo

Libreria Universo - (Adiacenze Policlinico Umberto I) - Orario di apertura: dal Lunedi al Venerdi dalle 07:30 alle 19:00, Sabato dalle 09:00 alle 13:00.
Piazza Girolamo Fabrizio, 6 - 00161 - Roma - email: info@libreriauniverso.it - Tel. 06-490931 - Fax 06-4451407

Libreria Universo Due - (Adiacenze Policlinico Gemelli) - Orario di apertura: dal Lunedi al Venerdi dalle 09:30 alle 13:30 e dalle 14:00 alle 19:00.
Via Agenore Zeri, 11 - 00168 - Roma - email: info@libreriauniverso.it - Tel. 06-64561499 - Fax 06-64831480

copertina di Manuale pratico di Clinical risk management - Il rischio invisibile

Manuale pratico di Clinical risk management - Il rischio invisibile

di Di Guida  • 2011  • dettagli prodotto

subito disponibile
consegnato in 1-2 gg lavorativi

DESCRIZIONE

Da diversi anni anche in Italia la Sanità sta registrando un crescente bisogno di sicurezza. Assumono particolare rilevanza in questo fenomeno il fatto che i pazienti siano diventati più esigenti, abbiano maturato una maggiore consapevolezza dei diritti acquisiti, con un ruolo ormai paritetico nel rapporto con l’operatore assistenziale e il fatto che la sanità fornisca oggi prestazioni sempre più tecnologicamente avanzate, sofisticate, complesse, rischiose.La responsabilità professionale del singolo operatore nei confronti del paziente è diventata molto spesso responsabilità dell’équipe coinvolgendo talora l’istituzione sanitaria nel suo complesso, ivi compresa la direzione aziendale se non in qualche caso anche l’istituzione regionale, allorché si evidenzino carenze strutturali e/0 organizzative e/o dotazionali quali fattori di rischio.In sostanza il complesso intreccio di vari fattori porta le strutture sanitarie a ricercare un sistema di obiettivi, strumenti, funzioni e strategie per migliorare la qualità dell’assistenza e la sua appropriatezza intesa sia come sicurezza di utenti ed operatori, sia come pratica basata sulle evidenze scientifiche attraverso lo sviluppo di attività di formazione continua, di valutazioni delle performance e di responsabilizzazione degli operatori. Tutto ciò inquadrato nell’ottica di quella Clinical Governance, che rappresenta il core del nuovo servizio sanitario inglese, descritta come un sistema attraverso il quale le organizzazioni sanitarie si rendono responsabili del miglioramento continuo della qualità dei servizi e della salvaguardia degli alti standard di assistenza, creando un contesto nel quale far fiorire l’eccellenza. Tra gli strumenti innovativi gestionali propri del governo clinico si va affermando sempre più la metodologia del Clinical Risk Management o Gestione del Rischio Clinico. In sostanza, la gestione del rischio clinico è una metodologia che, sotto la guida di un approccio sistemico e concettuale del rischio, aiuta ad esaminare i fattori che influenzano la pratica clinica in ogni suo stadio fornendo indicazioni per appropriati interventi e piani di riduzione degli errori con miglioramento complessivo della sicurezza e della qualità assistenziale. In Italia l’esperienza della gestione del rischio clinico è partita solo da pochi anni e come iniziativa di alcune Regioni o Aziende. Qualche cosa si è fatto per la promozione del Clinical Risk Management (anche se poca cosa rispetto alle iniziative ed ai grandissimi risultati di altri paesi, quali ad esempio il Regno Unito).Numerose si presentano anche le pubblicazioni scientifiche su esperienze prodotte e vari volumi per lo più descrittivi sull’argomento. Il libro scritto da Pasquale Di Guida si differenzia da tutti gli altri per spunti di grande originalità e soprattutto per essere un manuale pratico d’uso dello strumento. Poche chiacchiere e puntando direttamente all’obiettivo che è quello di aiutare e confortare l’operatore sanitario nella pratica clinica quotidiana ed i professionisti che si dedicano specificamente ed esclusivamente al lavoro della prevenzione del rischio clinico. I destinatari del libro afferiscono quindi a varie professionalità, non solo medici ed infermieri quindi, ma anche psicologi, sociologi, esperti di comunicazione, formatori, bioeticisti, ingegneri biomedici, responsabili della sicurezza, economisti, assicuratori e tanti altri. Il Clinical Risk Management deve rappresentare necessariamente un approccio multidisciplicare al problema dell’errore medico; appare naturale che, in ambito ospedaliero, a coordinare l’intero sistema sia un direttore sanitario - come l’autore del libro - ad evitare che l’affidamento ad uno degli attori del sistema (ad esempio un medico legale, un bioingegnere, un esperto della sicurezza) possa far prevalere una delle tante aree di interesse del Rischio Clinico. E, a ulteriore merito dell’autore del volume, va proprio l’aver approfondito tutte le tematiche in maniera equivalente ed imparziale.

DETTAGLI PRODOTTO  torna su

ISBN: 9788865150214

Titolo: Manuale pratico di Clinical risk management - Il rischio invisibile

Autori:

Editore: Seu

Volume: Unico

Edizione: 2011

Lingua: Italiano

Finitura: Copertina flessibile

Misure: 17 cm

Pagine: 216

Peso: 1 kg