logo libreria universo

Libreria Universo - (Adiacenze Policlinico Umberto I) - Orario di apertura: dal Lunedi al Venerdi dalle 07:30 alle 19:00, Sabato dalle 09:00 alle 13:00.
Piazza Girolamo Fabrizio, 6 - 00161 - Roma - email: info@libreriauniverso.it - Tel. 06-490931 - Fax 06-4451407

Libreria Universo Due - (Adiacenze Policlinico Gemelli) - Orario di apertura: dal Lunedi al Venerdi dalle 09:30 alle 13:30 e dalle 14:00 alle 19:00.
Via Agenore Zeri, 11 - 00168 - Roma - email: info@libreriauniverso.it - Tel. 06-64561499 - Fax 06-64831480

Il Cheratocono - Rapporto SOI 2004

di S.I.TRA.C.  • 2004  • dettagli prodotto

spedizione gratuita
normalmente disponibile
per la spedizione in 5-7 giorni lavorativi

DESCRIZIONE

La Società Italiana Trapianti di Cornea (S.I.TRA.C.) con grande soddisfazione ha avuto quest’anno l’incarico di compilare la Relazione Ufficiale della Società Oftalmologica Italiana (S.O.I.) sul “Cheratocono”. La S.I.TRA.C. nata solo otto anni fa sotto la guida del Prof. Giovanni Rama, ha avuto come scopo principale quello di aggiornare costantemente i suoi iscritti e tutti gli oculisti interessati nel campo della chirurgia corneale, di individuare linee guida e di fornire dati epidemiologici sempre più precisi ed aggiornati sul trapianto di cornea in Italia. Nel 1996, anno di nascita di questa Società scientifica, il trapianto corneale rappresentava una chirurgia “elitaria”, per le difficoltà di reperimento dei lembi, la carenza di precise norme legislative, le difficoltà correlate alla tecnica chirurgica e la scarsa diffusione dei trapianti corneali sul territorio nazionale. La legge 301 del 1993, fortemente voluta dal Prof. Rama e dalla maggioranza degli oftalmologi, ha semplificato anche troppo la materia, tuttavia ha permesso di istituire strutture di elevato profilo etico quali le banche degli occhi ed ha creato le premesse fondamentali che in poco tempo hanno portato la chirurgia del trapianto corneale ai buoni livelli qualitativi e quantitativi di oggi. All’inizio vi era una sola banca degli occhi sul territorio nazionale con poca spinta ad inviare lembi corneali a quei pochi ospedali selezionati che già svolgevano attività chirurgica trapiantuale. Con grande affanno e difficoltà, in molti casi, si richiedevano tessuti provenienti per lo più da banche degli occhi americane ed i “pionieri” di questa chirurgia si assumevano non pochi rischi e responsabilità dato lo scetticismo e le paure dell’opinione pubblica e di una certa parte della comunità scientifica di allora. In pochi anni abbiamo registrato un incremento dell’attività del trapianto di cornea grazie ai progressi della chirurgia corneale e alla presenza sul territorio nazionale di ben 18 banche degli occhi. L’incremento relativo annuale dei trapianti corneali dal 1996 ad oggi è stato del 15%. Nel 1996 sono stati effettuati 1594 trapianti contro i 3499 del 2001 e nel complesso dal 1999 al 2001 sono stai eseguiti 12.971 trapianti di cornea con lembi provenienti da banche italiane con un incremento rispetto al triennio precedente del 50% circa legato all’intensificarsi dell’attività svolta dal servizio nazionale di eye banking e alla diffusione che questa chirurgia ha avuto attraverso il lavoro della nostra Società. Nel 2003 sono stati effettuati in Italia 5832 trapianti. Rispetto al fabbisogno annuale di trapianti corneali stimato intorno ai 6.500 siamo quindi vicini alla completa autonomia del servizio nazionale poiché risultano ancora 813 le cornee provenienti da banche estere (inferiori al 5%). Un grande impulso è stato dato dal costante incremento del numero delle donazioni che sono passate da 8031 nel 1999, a 9193 nel 2000, a 12115 nel 2001, a 12289 nel 2002, a 12.896 nel 2003. Tuttavia la percentuale di idoneità dei lembi da trapianto si è mantenuta intorno al 43% in tutti gli anni considerati per cui la percentuale di cornee ritenute non-idonee risulta ancora superiore al 50%. Questo dato costituisce ancora un limite da superare poiché se da una parte suggerisce un costante miglioramento della qualità dei tessuti distribuiti ed una maggiore criticità nel processo di selezione a vantaggio dei pazienti, dall’altra introduce la necessità di ulteriori sforzi per migliorare il delicato “percorso donatore-ricevente” a partire dal momento della selezione e della qualità del prelievo. Anche i tempi di attesa si sono ridotti drasticamente in questi anni con una media di 6 mesi, tuttavia in alcune regioni tale attesa risulta ancora difficilmente sostenibile. Un sentito ringraziamento al Consiglio Direttivo della Società Oftalmologia Italiana e a tutti gli Autori che hanno consentito la realizzazione di questo volume, agli Sponsor che ci hanno aiutato e a tutti gli Oftalmologi che con crescente passione per questo affascinante settore della oftalmologia ci hanno seguito fin’ora e ci vorranno seguire in futuro.

DETTAGLI PRODOTTO  torna su

ISBN: 8887333963

Titolo: Il Cheratocono - Rapporto SOI 2004

Autori:

Editore: Fabiano

Volume: Unico

Edizione: 2004

Lingua: Italiano

Finitura: Copertina rigida

Misure: 21x30 cm

Pagine: 496

Peso: 2.8 kg

RECENSIONI

NESSUNA RECENSIONE PER QUESTO PRODOTTO